Anni60 (27).jpg

La società Rams B.C. Viterbo fin dal 1961 ha toccato i campi del Baseball Italiano, con l’affiliazione alla FIBS già dal 1971.

Dai tempi pionieristici dell’ACLI Viterbo e dei primi anni 70, dove la voglia e la passione per il gioco hanno portato a superare problemi che ora sembrerebbero inimmaginabili, fino ad arrivare all’attuale denominazione e status sociale, tanti anni e tanti successi si sono susseguiti nella nostra storia sia con le squadre maggiori che nel settore giovanile.

Dal campionato di C/2 dei primi anni, la società ha guadagnato progressivamente posizioni su posizioni, C/1, serie B, serie A/2, fino ad arrivare alla serie A/1 nel 2000 dopo un campionato e dei Play-Off dominati, un evento storico per la provincia e per la città di Viterbo, purtroppo non culminato con la partecipazione alla massima serie, perché il campo di gioco non era (e non lo è tutt’oggi) dotato di un adeguato ed indispensabile impianto d’illuminazione.

Anche per quanto riguarda il settore giovanile, dove la società è sempre impegnata nel cercare di avvicinare a questo sport i giovani locali, risultati e piazzamenti sono stati e sono tutt’ora da primato. Tra questi si deve ricordare quello ottenuto nel 1999 quando la squadra della categoria “Cadetti”, dopo aver superato le migliori formazioni nazionali, ha conseguito il titolo di “Campioni D’Italia”.
Da evidenziare che proprio dal vivaio giovanile sono cresciuti molti validi atleti che tutt’ora fanno sia parte della prima squadra, sia parte di squadre che partecipano al campionato di A1. Uno di questi è Andrea Sgnaolin, giunto all’ambito ruolo di titolare sia nella squadra in cui milita, la Fiorentina, sia nella Nazionale Azzurra.
Nella sua  scia, in questi ultimi tempi, si sono distinti altri giovani giocatori del nostro vivaio primo fra tutti il seconda base Alessandro Vaglio, che ha brillantemente fatto parte di tutte le rappresentative regionali e Nazionali giovanili fino a conquistare con merito il posto di capitano della Fortitudo Bologna e della Nazionale. Ultima promessa del baseball italiano, proveniente dal vivaio viterbese, è infine il giovanissimo lanciatore Maurizio Andretta che, appena ventenne, ha già esordito nel massimo campionato italiano. 

A latere dell’attività agonistica, non si può non ricordare il club di “veterani” denominato “OLD LIONS”, dove ex-giocatori, malati d’amore per questo splendido sport, svolgono una intensa attività amatoriale, dando seguito a partite amichevoli e tornei di pregevole fattura, dove lo spirito del gioco è ancora presente come il primo giorno…

Insomma ecco la nostra piccola breve storia agonistica, che ancora oggi continua tra l’impegno di più di 100 persone tra atleti, tecnici e dirigenti, per tirare avanti uno sport che di minore ha solo il nome.